DOVE RITROVARE SE STESSI
A pochi chilometri da Ravenna, famosa per i mosaici bizantini patrimonio UNESCO, c’è Lido di Dante, il lido più piccolo del litorale ravennate che offre ai suoi visitatori un’esperienza unica attraverso il contatto con una natura incontaminata inserita nel Parco del Delta del Po che aiuta a disintossicarsi da inquinamento ambientale, virtuale ed acustico creando le basi per relazioni umane autentiche


Promesso e fatto
L’Area Naturista è legale

Dopo anni di polemiche improvvisamente nasce questa realtà voluta un po’ da tutti. Il Sindaco lo aveva promesso nel suo ultimo incontro con residenti e commerciati e a quanto pare lo ha mantento

Area naturista delimitata da ombreggiante e cartelli indicativi sulla pratica e per il Covid 19

Il sindaco di Ravenna Michele de Pascale ha firmato l’ordinanza che individua e regolamenta ai sensi della legge regionale l’area di demanio marittimo destinata alla pratica del naturismo, con possibilità di fruizione clothing optional, per permettere a chiunque di accedervi liberamente. Tratto di arenile in località Lido di Dante a sud del lido omonimo, con inizio a 50 metri dalla perpendicolare alla battigia dello stradello pinetale esistente per 400 metri circa, e dell’estensione di tale area anche nell’ulteriore porzione di arenile in cui viene consentita la fruizione balneare dalla fine del periodo di nidificazione dell’avifauna (di regola il giorno 15 luglio).

Sono presenti due postazioni con bagnino addetto al controllo e salvataggio

L’ordinanza è in vigore dal 25 giugno al 13 settembre 2020. “Siamo soddisfatti di riuscire a dare finalmente una risposta strutturata al turismo naturista – dichiarano il sindaco Michele de Pascale e l’assessore al Turismo Giacomo Costantini – istituendo una delle prime aree ufficiali in Italia per la stagione 2020. Il percorso è stato complesso dal punto di vista normativo e ha richiesto grande collaborazione istituzionale: abbiamo concordato i diversi passaggi con la Regione e l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini, il Reparto Carabinieri per la Biodiversità di Punta Marina e il Parco del Delta del Po, che ringraziamo. Si tratta infatti di un’area di grande valore naturalistico e ambientale, ricca di tutele, per la quale l’ordinanza ha un duplice scopo: da una parte di mettere a disposizione di questa forma di turismo in forte crescita una delle spiagge del nostro bellissimo litorale; dall’altra di regolamentarne la fruizione evitando episodi estranei all’esperienza balneare e nel totale rispetto del valore naturale di questi luoghi meravigliosi”.

Mappa con indicazione ubicazione torretta dei bagnini

Il Comune di Ravenna ha incluso l’area individuata fra quelle oggetto di copertura da parte del servizio di salvamento attivato nelle spiagge libere dal 13 giugno al 13 settembre 2020.
Sono stati inoltre messi a disposizione a titolo non oneroso i servizi igienici del Camping Classe e sono stati installati un “paravento” e la cartellonistica per delimitare l’area.
Gli utilizzatori dovranno inoltre provvedere a tenere pulito lo spazio utilizzato portando via ogni rifiuto e dovranno conferire correttamente i rifiuti prodotti negli appositi contenitori.
Nell’area vige inoltre il divieto di fumo sulla battigia e abbandono di rifiuti prodotti da fumo.
L’accesso all’area dovrà avvenire utilizzando esclusivamente l’arenile o gli stradelli, vietando conseguentemente, al fine di preservare l’ecosistema dunoso, l’occupazione, il passaggio e l’attraversamento della duna costiera, al di fuori degli stradelli.
Nell’area 2 (come da planimetria) resta inoltre vigente il divieto di attendamento, campeggio e ombreggio con ombrelloni o altre strutture temporanee anche realizzate con legname spiaggiato. (fonte ravennanotizie.it)


SPIAGGIE LIBERE
LIDO DI DANTE • Tratto di spiaggia compreso tra il camping Ramazzotti e l’area protetta della foce del fiume Bevano

EMERGENZA COVID-19 NORME DI COMPORTAMENTO DA TENERE IN SPIAGGIA LIBERA

1. Evitare sempre contatti ravvicinati mantenendo la distanza di almeno 1 metro
2. Evitare qualsiasi tipo di assembramento
3. Nei luoghi affollati, dove non è possibile mantenere un distanziamento di almeno 1 metro, coprirsi bocca e naso con mascherina
4. Gli ombrelloni (o altri sistemi di ombreggio) devono essere posizionati in maniera da garantire una superficie di almeno 12 mq (3 ml x 4 ml) per ogni ombrellone. Deve essere garantita la distanza di almeno 1,5 metri fra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio e simili) se non posizionate sotto l’ombrellone
5. È vietato sostare sulla battigia 6. È vietata la pratica ludico-sportiva di gruppo che può creare assembramenti. Mentre sono consentiti gli sport individuali, nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale


2020 Bandiera Blu

La Foundation for Enviromental Education (FFE) ha assegnato anche quest’anno alla città di Ravenna la Bandiera Blu per le sue spiagge. In tutto il territorio nazionale sono 195 (laghi compresi) di cui sei assegnate alla regione Emila Romagna nelle provincie di Ferrara, Forlì-Cesena, Rimini e per l’appunto Ravenna. Un totale di 407 spiagge che è pari al 10% delle spiagge a livello mondiale.


AREA CAMPER

L’area destinata ai camper è aperta e funzionante. Le distanze di sicurezza impongono che tra camper e camper via siano 2,50 metri di distanza, un metro tra le persone.
Le norme di comportamento sono rimaste uguali a prima e sono affisse all’entrata dell’area. Vista la limitazione dello spazio è suggerito chiedere al responsabile e prenotare evenualmente il posto se si vuol campeggiare.
Per informazioni: signor Leo 331.4199892


Passerella: per evitare di camminare sulla duna 

Messa in atto dal Comune la nuova passerella che porta al mare. Sita alla fine dello stradello più utilizzato. Passa sopra la duna artificiale e scende con un’ampia curva verso la battigia: a destra, area tessile; a sinistra, si apre direttamente sul dorso della duna, anche se èpresente un sorta di chiususa.
Non serve a nulla perchè la gente la salta e continua sulla duna. Non rimarrà tra poco  nulla di quella che è più che altro una difesa dall’intrusione del mare nella pineta. Manca una semplice indicazione di divieto di camminare sulla duna. 


PATTUME
Nessuno provvede, neppure chi dovrebbe: Hera e Comune. Ci sono
anche troppi incivili in giro tra i residenti

Non è più tollerabile che all’ingresso di Lido di Dante, a ridosso dell’area sportiva, debba esserci una discarica a cielo aperto. Questo pessimo biglietto da visita mal concilia con una località
turistica, il vergognoso degrado deve finire al più presto. La cittadinanza, i turisti, gli assidui frequentatori della località, non fanno altro che segnalare lo schifo di ciò che gli si para davanti agli occhi, ogni qualvolta transitano nei pressi di questa discarica. Le foto, che si allegano, e le doglianze riportate sul Social Network, non hanno bisogno di commenti, possono anche costituire  indicatori di fallimento del servizio di raccolta porta a porta, pertanto il Comitato cittadino chiede cortesemente che l’assessore all’ambiente del Comune di Ravenna convochi nel suo ufficio il responsabile di Hera addetto alla raccolta dei rifiuti, nonché lo scrivente, in rappresentanza del Comitato cittadino, al fine di individuare altra location, debitamente schermata, ove trasferire i cassonetti presenti all’ingresso del paese e trovare soluzioni, utilizzando anche fototrappole, per reprimere questo obbrobrioso fenomeno dell’abbandono di rifiuti domestici, macerie, mobili, suppellettili, scooter, ramaglie e quant’altro. Insomma, questo vergognoso degrado deve finire, siano stanati gli incivili e sanzionati con l’uso di una fototrappola.

Lettera inviata in Comune al responsabile Assessore Ambiente & a Presidente Consiglio Territoriale Area Mare dal presidente Comitato Cittadino Pasquale Minichini a cui non è stata data ancora una risposta


Pineta Ramazzotti: chiusa

Per via della nidificazione del fratino tutto il percorso è chiuso
fino al 15 luglio 2020

Orari PRE Corona Virus:
-dal 1° marzo al 15 luglio
solo visite guidate a piedi: martedì, venerdì, sabato e festivi
-dal 16 luglio al 28 febbraio transito a piedi  o in bici: martedì, venerdì, sabato e festivi, esclusivamente lungo l’itinerario ciclopedonale (eccetto visite guidate con itinerario più ampio), fino alla torretta di avvistamento posta alla foce del fiume Bevano. Dalle ore 8 alle 20, da luglio a settembre compresi; dalle ore 9 alle 17, da ottobre a febbraio compresi.
La passerella appena realizzata è disponibile solo per visite guidate che si possono richiedere presso l’apposito ufficio a Punta Marina. Chi supera le indicazioni poste in essere è passibile di ammenda. 


 La Biblioteca per tutti

Una scansia con circa un centinaio di libri, di autori vari, è presente presso la casina bianca del Comitato cittadino sulla piazzetta del lungomare. I libri sono a disposizione di tutti coloro che desiderano leggere. Il concetto è prendimi, leggimi e riportami così qualcun altro potrà fare lo stesso. Speriamo di aver fatto cosa grata a residenti e turisti in visita a Lido di Dante.


2019 1a EDIZIONE
Concorso fotografico 
Concorrenti, premi, foto e video.
La 2a edizione già programmata è stata sospesa come tutte le altre manifestazioni dal recente Decreto emesso dal Comune di Ravenna