LIDO DI DANTE,
pochi chilometri da Ravenna, famosa per i mosaici bizantini patrimonio UNESCO. Il più piccolo borgo del litorale ravennate che offre ai suoi visitatori un’esperienza unica attraverso il contatto con una natura incontaminata inserita nel Parco del Delta del Po che aiuta a disintossicarsi da inquinamento ambientale, virtuale ed acustico creando le basi per relazioni umane autentiche


Naturismo 2022. Firmata l’ordinanza

Il sindaco Michele de Pascale ha firmato l’ordinanza (estate 2022) che regolamenta ai sensi della legge regionale l’area di demanio marittimo destinata alla pratica del naturismo, con possibilità di fruizione ‘clothing optional’.
Si tratta del tratto di arenile in località Lido di Dante, con inizio a 50 metri dalla perpendicolare alla battigia dello stradello pinetale esistente per 400 metri circa. L’estensione di tale area (area 2) verrà consentita dalla fine del periodo di nidificazione dell’avifauna (dal 15 luglio al 12 settembre). Tale area sarà delimitata e segnalata da apposita cartellonistica relativa alle informazioni previste dalla legge regionale sulla valorizzazione del turismo naturista.
Il Comune di Ravenna ha incluso l’area individuata fra quelle con copertura del servizio di salvamento attivato nelle spiagge libere dall’ultimo fine settimana di maggio al secondo fine settimana di settembre. Il Camping Classe si impegna a mettere a disposizione a titolo gratuito i servizi igienici per i fruitori di tale porzione di arenile.

La pratica del nudismo è consentita dall’ultimo fine settimana di maggio al secondo fine settimana di settembre nell’area 1; dal 15 luglio o 1 agosto (a seconda dell’andamento stagionale delle nidificazioni, su disposizioni dell’organismo di gestione, Carabinieri per la Biodiversità) al 12 settembre nell’area 2.



All’ingresso dello stradello che porta in spiaggia è stato apposto un cartello indicativo con le aree della spiaggia disponibili: verde sempre fruibile; blu: dal 1° aprile al 15 luglio divieto accesso (area della nidificazione del frattino); rosso, sempre chiuso. Dalle foto sotto si può vedere di quanto la spiaggia sia stata allungata seguendo il diverso colore della sabbia.

Cartello che indica le aree della spiaggia disponibili


La folla dei naturisti conquista la spiaggia


L’aumento dell’ampiezza della spiaggia libera naturista (la lunghezza è rimasta invariata in attesa che si apra la porzione 2 dopo il 15 luglio) e la giornata particolarmente soleggiata ha attratto numerosi i naturisti che hanno invaso letteralmente il tratto di litorale. L’averla aumenta ha fatto in modo che vi sia molto spazio libero e da l’idea che la spiaggia sia meno affollata del solito. E’ solo apparenza, perchè in effetti il numero dei naturisti presenti è stato abbastanza elevato tanto che il compeggio ha registrato il pieno. Questo tratto di litorale continua ad attrarre un numero considerevole di pubblico da ogni dove (anche da molto lontano) che non vuole privarsi della possibilità di vivere almeno per alcune ore in plain air. C’è da considerare che spiagge autorizzate così particolari sono poche, forse troppo poche, e disposte a centinaia di chilometri l’una dall’altra e di conseguenza le persone sono disposte a farsi decine, se non centinaia di chilometri, pur di abbronzarsi integralmente al sole. Quantificare il numero di presenze è abbastanza difficile ma come il solito mentre gli stabilimenti balneari languono con una clientela ridotta qui nella spiaggia naturista la clientela è abbondante e sopratutto tranquilla. Sono già state predisposte i due “seggioloni ” dei bagnini che prenderanno posto entro la fine del mese.

EnglishFrenchGermanItalian
00:00
00:00