Spiaggia nudo naturista

Sono iniziate anche le polemiche.
Ovviamente.
C’è chi non sopporta i visitatori, coloro che passeggiando sulla spiaggia, pur con il costume indosso passano in rassegna i nudisti. Li vorrebbero nudi, come vale per i nudisti che devono indossare il costume andando dall’altra parte. C’è che se la prende con quelli che non ritengono naturisti, ma solo rompiballe guardoni, persone che non hanno però nè la volonta ne il desiderio di affrontare questi ultimi per non avere grane. C’è chi recrimina come il Comune non abbia ripristinato la cartellonistica indicante l’area. Altri denunciano il fatto che i nudonaturisti non siano tali. L’improvvisata e maldestra Pro Loco, che ha chiesto anche un incontro con il Sindaco, non ancora concesso, per la gestione della pulizia di questo tratto di spiaggia libera, lamenta che sia state emesse solo un’ordianza e niente altro. E che avrebbe dovuto fare?
In paese il naturismo è tabù, non se ne parla, giusto per poi puntare il dito appena i titoloni dei quotidiani locali inneggiano a multe da migliaia di euro per trasgressioni di vario tipo.
Insomma inutile continuare.
Se ne sentono di ogni tipo ed ognuno dice la sua. Però basterebbe che ciascuno si facesse i fatti propri. Ci sono quelli a cui piace stare nudi in spiaggia e quelli che non vogliono esporsi: bene i primi stanno sotto il sole come mamma li ha fatti, i secondi hanno gli stabilimenti balneari pronti ad accoglierli.
Che senso c’è nel prendere per i fondelli e dileggiare coloro che desiderano scottarsi le chiappe. La spiaggia nudonaturista esiste, con vidimazione del Comune di Ravenna, e allora lasciamola vivere per il bene di questa piccola comunità che ci campa.
Liberi di non venirci a Lido di Dante, ma se ci venite si sappia che qui esite una delle poche spiagge nudo naturiste degli ottomila chilometri di costa nazionale.

Lido di Dante. Naturisti


Spiaggia libera
naturista nella zona a sud di Lido di Dante.
Torna, regolamentato, il naturismo sulla spiaggia di Lido di Dante a Ravenna. Il sindaco Michele de Pascale ha firmato l’ordinanza (estate 2022) che regolamenta ai sensi della legge regionale l’area di demanio marittimo destinata alla pratica del naturismo, con possibilità di fruizione ‘clothing optional’.
Si tratta del tratto di arenile in località Lido di Dante, con inizio a 50 metri dalla perpendicolare alla battigia dello stradello pinetale esistente per 400 metri circa. L’estensione di tale area (area 2) verrà consentita dalla fine del periodo di nidificazione dell’avifauna (dal 15 luglio al 12 settembre). Tale area è delimitata e segnalata da apposita delimitazione.
La spiaggia naturista ha una copertura del servizio di salvamento attivato nelle spiagge libere previsto dall’ultimo fine settimana di maggio al secondo fine settimana di settembre. Il Camping Classe si impegna a mettere a disposizione a titolo gratuito i servizi igienici per i fruitori di tale porzione di arenile.
Indicata all’inizio da una serie di pali. Ci sono anche cartelli informativi che non sono stati correttamente ripristinati quest’anno.
L’area ulteriore adibita alla pratica naturista (area 2) apre attorno al 15 luglio. Frattino permettendo.
Le regole di comportamento sono identiche a quelle delle scorso anno: divieto di transito in bici sulla duna, divieto di stare nudi sulla duna, divieto di superare lo spazio riservato ai naturisti. L’ordinanza ha “duplice scopo: da una parte mettere a disposizione di questa forma di turismo in forte crescita una delle spiagge del nostro litorale; dall’altra di regolamentarne la fruizione evitando episodi estranei all’esperienza balneare e nel totale rispetto del valore naturale di questi luoghi”. L’area è tra l’altro inclusa tra quelle oggetto di copertura da parte del servizio di salvamento.

 

Sono stati inoltre messi a disposizione a titolo non oneroso i servizi igienici del Camping Classe FKK.

Gli utilizzatori della spiaggia naturista dovranno inoltre provvedere a tenere pulito lo spazio utilizzato portando via ogni rifiuto e dovranno conferire correttamente i rifiuti prodotti negli appositi contenitori.
Nell’area vige inoltre il divieto di fumo sulla battigia e abbandono di rifiuti prodotti da fumo.


EnglishFrenchGermanItalian
00:00
00:00