Lettera al Sindaco

Lido di Dante, 17/07/2017

Alla cortese attenzione del Sindaco di Ravenna Michele De Pascale e dell’Assessore al Turismo Giacomo Costantini.

A scrivere la presente Siamo gli Operatori Economici di Lido di Dante, firmatari in calce.

Oggi Martedì 17/07/2018 troviamo sui quotidiani un articolo riguardante la località.

A parlare di Lido di Dante è nuovamente il Vicesindaco Eugenio Fusignani, questa volta per denunciare l’esistenza di un video pornografico in cui campeggia, digitalmente aggiunta, una scritta “LIDO DI DANTE”.

Il Vicesindaco si dice preoccupatissimo per questo video e sente di dover difendere l’immagine del paese.A nostro avviso però, sensazionalizzare la vicenda, non è la strategia migliore. Quel video esiste da qualche anno e gira come barzelletta tra chi lo manda agli amici, fa parte di una categoria pornografica chiamata VOYEURISMO IN PUBBLICO e NOSTRO MALGRADO è stato fatto per Lido di Dante come per tutte le altre località Italiane dove si pratica naturismo.
Ci sentiamo di rassicurare il Fusignani sul fatto che non si può trattare della spiaggia “bassona” a Lido di Dante, non solo perchè da noi non c’è questa consuetudine di avere rapporti sessuali in mezzo ai bagnanti, piuttosto perchè le dimensioni dell’arenile PURTROPPO non sono quelle della nostra spiaggia. In rete negli anni si è parlato molto di questi video e l’ipotesi più attestata è che siano filmati girati in Francia e poi utilizzati per le altre località, aggiungendo il nome.
Detto questo e tornando più seri ci chiediamo, anche quando le Sue preoccupazioni fossero reali e l’intenzione fosse quella di denunciare l’ignoto che ha prodotto e messo in circolazione il video: ERA NECESSARIO METTERE DI NUOVO IL PAESE IN PRIMA PAGINA? Non era sufficiente fare una segnalazione, aprire un’inchiesta, presso le autorità evitando di spettacolarizzare la questione?

La stagione balneare 2018 è abbastanza difficoltosa di suo, per cause varie dai cambiamenti climatici ai divieti riguardanti i cani sulle spiagge, e noi imprenditori stiamo operando in ogni modo e quotidianamente per PRESENTARE LA LOCALITA’ CON TUTTE LE SUE POTENZIALITA’ E POSITIVITA’. Siamo quindi stanchi di vedere tutti i nostri sforzi VANIFICATI per le tante uscite su stampa e web di un AUTOREVOLE ESPONENTE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE. Con le sue parole ogni volta stigmatizza la località e ingigantisce questioni di ordinaria amministrazione accomunando ogni episodio ad ATTACCHI ALLA MORALITA’. Col risultato che per chi non frequenta direttamente la località, passano messaggi distorti su ciò che accade in questo minuscolo paese.

Continue tra primavera ed estate le uscite riguardanti il mal costume, il degrado, l’immoralità che circolano in paese e la necessità di inviare contingenti di forze dell’ordine. Alla domanda di una giornalista riguardo alla differenza numerica di controlli a Lido di Dante rispetto alle altre località, lui risponde che qui ci sono problemi che gli altri posti non hanno.

Anche su questo vogliamo rassicurare il Vicesindaco: gli stessi episodi possono accadere in tutto il mondo. Iniziamo a chiederci se non ci sia un particolare accanimento sulla località e ci ritroviamo a chiedere a Voi di aiutarci ad arginare il problema, chiedendo al VICESINDACO di diminuire le personali uscite sui media che penalizzano Lido di Dante e osservare maggiore riservatezza riguardo le varie azioni intraprese o da intraprendere.
Da parte nostra diamo massima disponibilità a collaborare per gestire e risolvere qualsiasi problematica e siamo disponibili nel caso Voi Amministratori voleste incontrarci
In generale Vi invitiamo in paese, dove nonostante i problemi pratici (dalle spiagge, alle pinete, passando per i cani e via discorrendo) sta trascorrendo una bella stagione di cui i turisti sono contenti. Nonostante le difficoltà e le presenze, soprattutto durante la settimana subiscono un calo, Lido di Dante compensa con una passione e amore per la località, che da anni tengono in piedi il turismo in questo peculiare, meraviglioso paesino RAVENNATE.